Composizioni e arrangiamenti

Filtro

Rimuovi filtri
  • Anno di origine: 2008
  • Durata: 2:10 min
  • Difficoltà: 4
Quintetto di ottoni

Strumentazione

  • Trp 1/2
  • Hrn
  • Trb
  • Tb

A Crazy Man (Trad.: Un uomo pazzo)Brano descrittivo

“A Crazy Man“ è un Solo per tromba e descrive musicalmente un uomo felice e divertente. Le melodie e le armonie, all'inizio semplici, vengono variate creando un carattere spiritoso con dissonanze e cambi ritmici. Musicisti e pubblico si ritroveranno a ridere sotto i baffi, poiché ognuno ha tra le proprie amicizie “un uomo pazzerello”. Matthäus Crepaz dedica questo brano al suo amico Jonas Pitscheider, cofondatore e trombettista del gruppo Urtijëi Brassquintett, nel quale anche Crepaz ha suonato per molti anni.

leggi di più
  • Anno di origine: 2018
  • Durata: 4:40 min
  • Difficoltà: 2-3
Coro + Quintetto di ottoni

Strumentazione

  • S/A/T/B
  • Trp 1/2
  • Hrn
  • Trb
  • Tb

A Santa Lizia (Testo: Tone Gasser)Canto religioso

Questo canto religioso è stato composto per la partecipazione al concorso indetto dalla ULVB (Uniun Ladins Val Badia) ed è dedicato a Santa Lucia, patrona del pittoresco paese di Longiarù (BZ). Il fine era quello di comporre un nuovo e semplice canto religioso, da eseguirsi durante la funzione liturgica da un coro misto accompagnato da un quintetto di ottoni. La melodia è semplice e chiara, cosicché anche la comunità lo possa imparare ed eseguire facilmente.

leggi di più
  • Anno di origine: 2018
  • Durata: 5:00 min
  • Difficoltà: 2-3
Coro + Orchestra

Strumentazione

  • S/A/T/B
  • 3(picc), 3(eh), 3(bcl), 3(kf) – 4,4,4,1, org, harp, timp, perc(5) ,str

Adum Per Fé Mujiga - (Trad.: Insieme per fare musica) (Testo: Matthäus Crepaz)Inno

“Adum Per Fé Mujiga” è un'opera commissionata dal coro parrocchiale di Ortisei in Val Gardena, paese d'origine di Crepaz. Questo inno dal carattere moderno è stato eseguito per la prima volta in collaborazione con gli allievi della Scuola di Musica di Ortisei. Per questo motivo esistono due versioni della composizione: una è strumentalmente più semplice e con organico ridotto, l'altra è più impegnativa e necessita di un organico strumentale diverso. Il testo in ladino è del compositore stesso.

leggi di più
  • Anno di origine: 2018
  • Durata: 5:00 min
  • Difficoltà: 2-3
Coro + Orchestra

Strumentazione

  • S/A/T/B
  • 2, 2, 2, 2 – 2, 2, 2, 1, org, timp, perc(3) ,str

Adum Per Fé Mujiga - Orchestra piccolo (Trad.: Insieme per fare musica) (Testo: Matthäus Crepaz)Inno

“Adum Per Fé Mujiga” è un'opera commissionata dal coro parrocchiale di Ortisei in Val Gardena, paese d'origine di Crepaz. Questo inno dal carattere moderno è stato eseguito per la prima volta in collaborazione con gli allievi della Scuola di Musica di Ortisei. Per questo motivo esistono due versioni della composizione: una è strumentalmente più semplice e con organico ridotto, l'altra è più impegnativa e necessita di un organico strumentale diverso. Il testo in ladino è del compositore stesso.

leggi di più
  • Anno di origine: 2008
  • Durata: 6:00 min
  • Difficoltà: 4
Soprano + Orchestra

Strumentazione

  • Sopran Solo
  • 3(picc), 3(eh), 3(bcl), 2 – 4, 4, 3, 1, pno, harp, timp, perc(3), str

Adum Per For (Trad.: Insieme per sempre) (Testo: Matthäus Crepaz)Inno

“Adum Per For” è un inno moderno, un appello all'umanità ad essere solidali, ad opporsi alla guerra, all'oppressione e alla violenza. Il testo è di Crepaz stesso ed è in lingua ladina.

leggi di più
  • Anno di origine: 2012
  • Durata: 1:10 min
  • Difficoltà: 2
Quartetto di ottoni

Strumentazione

  • Trp 1/2
  • Trb 1/2

AperturaFanfara

Questa breve Fanfare è stata composta per l'inaugurazione della nuova sala prove della Banda Musicale di Castelrotto (BZ).

leggi di più
  • Anno di origine: 2017
  • Durata: 19:00 min
  • Difficoltà: 4-5
Banda di fiati

Strumentazione

  • Picc
  • Fl 1/2
  • Ob 1/2
  • Fg
  • Cl 1/2/3
  • Bcl
  • As 1/2
  • Ts
  • Bars
  • Trp 1/2/3/4
  • Hrn 1/2/3/4
  • Trb 1/2/3/4
  • Th
  • Bar
  • Tb 1/2
  • Timp
  • Perc 1/2/3/4/5/6

Castellum Ruptum – Die Geschichte eines Dorfes (Trad.: Castellum Ruptum – La storia di un paese) (Testo: Matthäus Crepaz)Brano concertistico

Quest'opera musicale per orchestra sinfonica di fiati descrive eventi importanti della storia del paese di Castelrotto.
La prima parte è intitolata “Die alte Burg auf dem Kofel” (trad.: Il vecchio castello sul monte). Il brano inizia con frammenti del motivo musicale “Kastelruth”. Suoni mistici ricordano l'antico castello che secondo leggende 2.000 anni fa si trovava in cima al monte Schlossberg. La prima parte si concentra interamente sul ricordo di questo magnifico castello, la cui prima pietra costituì la base dell'attuale Castelrotto.
Nella seconda parte “Buntes Treiben im mittelalterlichen Dorf” (trad.: Il fermento del paese medievale) ascoltiamo la musica, le danze e la festosità della Castelrotto medievale. Questa parte è caratterizzata da brio e gioia.
“Hexenprozesse” (trad.: Processi alle streghe) è il titolo della terza parte. I processi alle streghe e i conseguenti roghi fanno purtroppo parte della storia di Castelrotto.
Con l'appoggio della chiesa molte donne innocenti furono condannate al rogo. L' Ostinato dei timpani rappresenta il processo senza prospettive per l'accusata, le voci femminili ricordano le richieste di pietà e i tromboni danno voce all'inflessibile giudizio della corte. Questi forti contrasti si rispecchiano in Maggiore e Minore sovrapposti e contemporaneamente rintocca una campana.
La quarta parte è un tributo a una famiglia nobile “Familie Kraus von Sala”, famiglia di benefattori, giudici e magnati. La casa comunale - Residenza Krausegg - testimonia la nobiltà della suddetta stirpe proveniente dall'Ungheria.
Nel 1753 a Castelrotto scoppiò un incendio spaventoso. Gran parte del paese andò distrutto. Anche la chiesa e il campanile furono danneggiati, tanto che le campane si sciolsero. Questo evento tragico viene descritto musicalmente nella quinta parte “Der große Brand” (trad.: Il grande incendio).
Nella sesta e ultima parte “Kastelruth” (trad.: Castelrotto) la tragicità dell'accaduto è in primo piano e si sente fortemente la tristezza dei paesani per il loro villaggio andato distrutto. Il motivo musicale “Kastelruth”, più o meno presente in tutte le parti, riecheggia ora in una melanconica versione Minore, prima che i componenti della banda inizino a cantare questo stesso motivo in Maggiore, come un inno, con il seguente testo:

„Auf dem Kofel eine Burg da stand
Das ganze Dorf einst niederbrandt`
Und aus der feuerroten Glut
Entstand Kastelruth.“

„Die Krausen waren noble Leut`
Die Hexentaten sind bereut
Die Glocken schallen frohgemut
Aus dem Turm in Kastelruth.“

Trad.:
Sul monte stava un castello
tutto il paese fu distrutto da un incendio
e dalle braci rosso fuoco
nacque Castelrotto.

I Krausen erano gente nobile
si sono pentiti delle azioni contro le streghe
Le campane suonano a festa
dalla torre di Castelrotto.


Dopo un suono di campane in La Bem., Do, Mi Bem., Fa, La Bem., Si Bem. e Do, note che corrispondono al suono delle campane della chiesa di Castelrotto, il motivo musicale “Kastelruth” risorge dalle ceneri e viene innalzato sontuosamente all'apice. L'opera finisce trionfale e grandiosa, in linea con la storia talmente particolare di questo paese.

leggi di più
  • Anno di origine: 2011
  • Durata: 4:20 min
  • Difficoltà: 3-4
Banda di fiati

Strumentazione

  • Picc
  • Fl 1/2
  • Ob 1/2
  • Cl 1/2/3
  • Bcl
  • As 1/2
  • Ts
  • Bars
  • Hrn 1/2/3
  • Flh 1/2
  • Trp 1/2/3
  • Trb 1/2/3/4
  • Th
  • Bar
  • Tb 1/2
  • Perc 1/2/3/4/5

CastelruptumMarcia

Questa marcia è dedicata alla banda musicale di Castelrotto (BZ). È caratterizzata da una prima parte leggera, da una seconda parte imponente (ottoni) e un Trio maestoso volto a rappresentare il carattere orgoglioso dei musicisti di Castelrotto. Prima che il motivo principale ci conduca sfarzosamente alla fine del brano, un breve intermezzo musicale nel Trio ci ricorda i cavalieri della Castelrotto medievale.

leggi di più
  • Anno di origine: 2019
  • Durata: 12:50 min
  • Difficoltà: 3-4
Banda di fiati

Strumentazione

  • Picc
  • Fl 1/2
  • Ob
  • Fg
  • Cl 1/2/3
  • Bcl
  • As 1/2
  • Ts
  • Bars
  • Flh 1/2
  • Trp 1/2/3/4
  • Hrn 1/2/3/4
  • Trb 1/2/3/4
  • Th
  • Bar
  • Tb 1/2
  • Timp
  • Perc 1/2/3/4/5

Centum Triginta – Die Geschichte einer Bank (Trad.: Centum Triginta – La storia di una banca)Brano concertistico

La composizione “centum triginta” è stata commissionata dalla Cassa Raiffeisen Castelrotto-Ortisei. Il titolo “centum triginta” (centotrenta) si riferisce al 130esimo anniversario dell'istituto bancario.
La composizione descrive in sei parti alcune interessanti personalità e vicende che riguardano la Cassa Raiffeisen di Castelrotto-Ortisei.
All'inizio si sente il motivo principale della composizione: una melodia elegante e nobile che interpreta musicalmente lo spirito onesto e l'idea di Friedrich Wilhelm Raiffeisen.
Nella seconda parte l'industria si confronta con l'idea di Raiffeisen. Nel 1850 l'economia è in mano a grandi fabbriche, industrie e capitalisti. La morale fredda e senza scrupoli viene imitata musicalmente con rumori industriali, finché dal nulla riappare la melodia Raiffeisen che si fa spazio come un filo d'erba tra la coltre di asfalto.
Una festosa Fanfare descrive La fondazione della Cassa Raiffeisen nel 1890. La melodia Raiffeisen viene introdotta festosamente dagli ottoni in una versione leggermente modificata. Intervengono poi i legni e insieme l'organico strumentale conclude in modo deciso.
Segue l'interpretazione in musica di una donna molto particolare: Johanna Rabanser, la perla della banca, così la chiamavano. Probabilmente diffondeva una luce particolare perché sembra sia stata a quel tempo anche molto stimata dagli uomini. Una parte musicale lieve e calma, caratterizzata da un delicato Solo del flauto, concretizza la figura di Johanna.
Segue la descrizione di un cupo capitolo di storia:Gli anni della guerra. Persone vengono condannate, deportate e perdono la propria vita. La banca attraversa un periodo difficile. Dal punto di vista musicale si usano Ostinati nelle percussioni, toni tetri, minacciosi e acuti per creare dissonanze. La melodia Raiffeisen è udibile in una tragica versione Minore.
In seguito a una fiorente costruzione musicale arriva il Finale: la Raiffeisen Castelrotto-Ortisei e risuona in pieno splendore la melodia Raiffeisen. Da un lato la composizione è un complimentarsi per i 130 anni di attività della Cassa Raiffeisen, dall'altro lato è un omaggio e un ricordo a Friedrich Wilhelm Raiffeisen, un uomo onorevole che ha dato supporto particolare con coraggio e dignità all'anello debole della società.

leggi di più
  • Anno di origine: 2019
  • Durata: 2:00 min
  • Difficoltà: 3
Ensemble di ottoni + Percussioni

Strumentazione

  • Trp 1/2/3/4
  • Hrn 1/2/3/4
  • Trb 1/2/3/4
  • Th
  • Bar
  • Tb 1/2
  • Timp
  • Perc 1/2

CHEF - FanfareFanfara

A Gerhard Prossliner, volontario appassionato ed orgoglioso presidente della Banda Musicale di Castelrotto, è stata dedicata questa Fanfare per il suo 20esimo anniversario nella formazione bandistica. Nel titolo “CHEF FANFARE“ è già insito il motivo musicale principale con le note C H E F F A F A E (Do, Si Bem., Mi, Fa, Fa, La, Fa, La, Mi).

leggi di più
  • Anno di origine: 2009
  • Durata: 4:00 min
  • Difficoltà: 4
Quintetto di ottoni

Strumentazione

  • Trp 1/2
  • Hrn
  • Trb
  • Tb

Chocolate Brasileiro (Quintetto di ottoni)Samba

Una samba con la tipica armonia e ritmica brasiliana. Un omaggio a Ari Barroso e al suo “Aquarela do Brasil”. Il pezzo è stato originariamente concepito per un quintetto di ottoni, in seguito trascritto per orchestra.

leggi di più
  • Anno di origine: 2011
  • Durata: 04:40 min
  • Difficoltà: 4
Orchestra

Strumentazione

  • 3(picc), 3(eh), 3(bcl), 3(kf) – 4,4,4,1, git, harp, timp, perc(5), str

Chocolate Brasileiro (Orchestra)Samba

Una samba con la tipica armonia e ritmica brasiliana. Un omaggio a Ari Barroso e al suo “Aquarela do Brasil”. Il pezzo è stato originariamente concepito per un quintetto di ottoni, in seguito trascritto per orchestra.

leggi di più
  • Anno di origine: 2019
  • Durata: 4:30 min
  • Difficoltà: 6
Ensemble

Strumentazione

  • Cl
  • Vl
  • Vc
  • Perc

creazion (Trad.: Creazione)Brano Moderno

Quest'opera ambiziosa e stravagante è stata composta in occasione della Vernissage “Controtempo” dell'artista Wilhelm Senoner.
L'opera inizia con colpi di frusta, che rappresentano l'autoflagellazione di un artista guidato dall'istinto di creare qualcosa di nuovo. Si sentono poi frammenti di temi e motivi, una specie di brainstorming di idee che piano piano prendono forma. L'artista inizia a lavorare sempre più mirato e intensamente al progetto. Qualche melodia più chiara simboleggia questo passaggio. Poi arriva il momento in cui l'artista diventa artigiano e inizia a concretizzare il suo progetto, si mette al lavoro deciso e pieno di energia. La musica si fa chiara, strutturata, si ripete e si intensifica, finché finalmente, si calma. Si fa via via più leggera e liberatoria. L'artista porta a termine la sua opera e la lascia andare, come un genitore lascia andare il proprio figlio ormai cresciuto. È un sentimento dolce-amaro che tuttavia gratifica perché è il terreno sul quale nascerà la prossima creazione.
Alla sua prima esecuzione il brano è stato eseguito dal quartetto Ucajion assieme alla ballerina Anastasia Kostner. Musica, ballo e scultura si sono fusi in un'emozionante opera unica.

leggi di più
  • Anno di origine: 2017
  • Durata: 7:00 min
  • Difficoltà: 4
Banda di fiati

Strumentazione

  • Picc 1/2
  • Fl 1/2
  • Ob 1/2
  • Fg
  • Cl 1/2/3
  • Bcl
  • As 1/2
  • Ts
  • Bars
  • Hrn 1/2/3/4
  • Trp 1/2/3
  • Flh 1/2
  • Trb 1/2/3/4
  • Th
  • Bar
  • Tb 1/2
  • Timp
  • Perc 1/2/3/4/5

Der Heimat zur Wehr (Trad.: Per difendere la patria)Brano concertistico

“Der Heimat zur Wehr” è una rappresentazione musicale della battaglia avvenuta nel bosco di Mutters (A) il 29 maggio 1809.
350 Schützen di Castelrotto assieme a ca. 65 Cacciatori dell'Impero austro-ungarico attaccarono un esercito di 1.000 uomini bavaresi e furono in grado di sconfiggerli.
All'inizio l'opera descrive il giuramento che ogni soldato doveva dare; per fare questo il compositore usa la melodia “Auf zum Schwur”, canto del 1896 con testo di Josef Seeber e musica di Ignaz Mitterer. Il canto rispecchia lo spirito degli Schützen di oggi e di sicuro anche le convinzioni di quegli uomini che nel 1809 si dimostrarono talmente decisi a voler proteggere la patria dal pericolo. Pieni di orgoglio diedero giuramento di combattere per Dio e per l'impero fino alla morte. Fiducioso e combattivo, il plotone inizia la sua marcia accompagnato dal suono dei pifferi e dei tamburi.
Si sente il nemico in lontananza mentreIl plotone si avvicina al campo di battaglia. Negli occhi degli Schützen castelrottesi i bavaresi rappresentavano il male e così, con note “estranee” (note di altre tonalità), li rispecchia anche la musica. I due eserciti contrapposti si avvicinano sempre di più, finché scatta l'attacco. I toni armonici svaniscono, le crudeltà e gli orrori bellici devastano gli uomini valorosi. Chissà quali atroci immagini hanno dovuto vedere. La musica cerca di rappresentare questo momento con toni sempre più cupi e dissonanti. L'orrore termina quando una delle due parti si dichiara sconfitta. Questa volta sono gli Schützen castelrottesi ad uscirne vincitori: la musica maestosa racconta del ritorno a casa degli orgogliosi soldati sopravvissuti.
Dall'altro lato abbiamo gli sconfitti. I bavaresi erano partiti altrettanto fiduciosi, anche loro avevano giurato coraggio e lealtà. Il nemico non è il Male. Il nemico sono giovani uomini, mariti e padri che lasciano la vita sul campo di battaglia. Lasciano le loro famiglie addolorate e in disperazione. Toni dal suono drammatico e armonie cupe (dissonanze in tonalità Minore) concretizzano le conseguenze reali di una guerra.
La composizione tiene a trasmettere il messaggio che una guerra non porta vittorie per nessuno, solo sconfitte. Entrambi i contraenti sono marchiati dall'orrore e dal dolore. Tuttavia bisogna dimostrare gratitudine nei confronti di quelle persone che un tempo si sono sacrificati credendo di combattere per una giusta causa. Il loro sacrificio ci dovrebbe richiamare a mente l'importanza della pace e rafforzarci nella volontà di voler vivere insieme pacificamente.

leggi di più
  • Anno di origine: 2013
  • Durata: 2:30 min
  • Difficoltà: 2
Banda giovanile

Strumentazione

  • Fl 1/2
  • Ob
  • Cl 1/2
  • As 1/2
  • Hrn 1/2
  • Trp 1/2
  • Trb 1/2
  • Th 1/2
  • Tb 1/2
  • Perc 1/2/3

Der Hofnarr (Trad.: Il giullare)Brano umoristico

Un giullare fa la sua entrata in un castello. Con gesti accurati saluta gli ospiti e si inchina elegantemente. Poi inizia il suo spettacolo: il giullare dice cose inaudite, prende in giro e saltella qua e là. Il calpestio diventa sempre più forte, appoggiato anche dal pubblico, fino a formare un ritmo. Su questo ritmo il giullare dimostra le sue abilità acrobatiche, sempre più pazzesche, quasi selvagge, finché perde il controllo e praticamente devasta la sala del trono. A questo punto taglia la corda lasciando la corte allibita, immobile, incapace di realizzare l'accaduto. Il giullare torna per un attimo, il tempo di fare un inchino.
È questa la storia dietro al pezzo “Il giullare”, pensato per una banda giovanile e l'eventuale partecipazione da parte di un attore che interpreta il giullare.

leggi di più
  • Anno di origine: 2017
  • Durata: 3:00 min
  • Difficoltà: 3
Banda di fiati

Strumentazione

  • Picc
  • Fl 1/2
  • Ob 1/2
  • Fg
  • Cl 1/2/3
  • Bcl
  • As 1/2
  • Ts
  • Bars
  • Trp 1/2/3/4
  • Flh 1/2
  • Hrn 1/2/3/4
  • Trb 1/2/3/4
  • Th
  • Bar
  • Tb 1/2
  • Timp
  • Perc 1/2/3

Die Kastelruther kemmen! (Trad.: Arrivano i castelrottesi!)Marcia

Quando i castelrottesi si preparano ad una cosiddetta “Ausruckung“ (trad.: esibizione), ci tengono molto a presentarsi fieri e motivati per fare una bella figura. È l'innata felicità e l'orgoglio per il fare musica che traspare in questi momenti da ogni singolo musicista. Per il decimo anniversario da direttore di Matthäus Crepaz, lui stesso compose questa marcia cercando di esprimere proprio le suddette qualità.

leggi di più
  • Anno di origine: 2013
  • Durata: 2:10 min
  • Difficoltà: 2
Duetto di clarinetti

Strumentazione

  • Cl 1/2

Eine Kerze abbrennen lassen (Trad.: Lasciare che una candela si consumi)Brano folcloristico alpino

Un duetto per clarinetti pacato, riflessivo e meditativo, composto per la manifestazione “Avvento sotto lo Sciliar”.

leggi di più
  • Anno di origine: 2010
  • Durata: 7:30 min
  • Difficoltà: 4
Banda di fiati

Strumentazione

  • Picc
  • Fl 1/2
  • Ob
  • Eh
  • Cl(mi)
  • Cl 1/2/3
  • Bcl
  • As 1/2
  • Ts
  • Bars
  • Fg 1/2
  • Trp 1/2/3/4
  • Hrn 1/2/3/4
  • Trb 1/2/3/4
  • Th
  • Bar
  • Tb 1/2
  • Perc 1/2/3

Erlösung (Trad.: Liberazione)Marcia funebre

Questa marcia funebre è composta da due parti. Nella prima parte avviene la descrizione della persona che sta morendo: una melodia drammatica e triste eseguita da un Solo di tromba. Note dissonanti e percussioni intermittenti danno l'idea della sofferenza.
La seconda parte inizia con un cambio improvviso: si fa spazio una melodia confortante, il ritmo è fluente, le armonie rilassate. Una volta giunta all'apice, la musica si tranquillizza e dopo gli “ultimi respiri” arriva la tanto attesa “liberazione”.

leggi di più
  • Anno di origine: 2006
  • Durata: 1:10 min
  • Difficoltà: 3
Quintetto di ottoni

Strumentazione

  • Trp 1/2
  • Hrn
  • Trb
  • Tb

Brass FanfareFanfara

Questa Fanfare fu la prima composizione che Matthäus Crepaz completò, scritta per il gruppo Urtijëi Brass Quintett del quale fece parte per alcuni anni come trombonista.
La Fanfare inizia con un motivo festoso eseguito dal corno. Questo stesso motivo si ripeterà con leggere variazioni per tutto il brano. Strumentazione e tonalità cambiano continuamente. La Fanfare raggiunge il proprio culmine con un accordo di Do Minore.
In questa Brass Fanfare viene dato spazio a ciascun strumento: la melodia e l'accompagnamento sono distribuiti uniformemente. Una particolarità sono i passaggi cromatici del corno, il timbro nelle parti all'unisono tra trombone e tuba suonati forte e le trombe dal suono piano.
Il brano è adatto per l'inizio di un concerto come anche per qualsiasi occasione festosa e solenne.

leggi di più
  • Anno di origine: 2011
  • Durata: 1:10 min
  • Difficoltà: 2
Duetto di tromboni

Strumentazione

  • Trb 1/2

Alloan in dr wormen Stube (Trad.: Da solo nella Stube calda)Brano folcloristico alpino

Questa Aria semplice e breve fu composta per la manifestazione “Avvento sotto lo Sciliar”.

leggi di più
  • Anno di origine: 2011
  • Durata: 2:30 min
  • Difficoltà: 3
Quartetto di tromboni

Strumentazione

  • Trp/Flh 1/2
  • Trb/Th 1/2
  • or
  • Trp/Flh 1/2
  • Hrn/Trb/Th
  • Trb/Th
  • Tb
  • or
  • Trb 1/2/3/4

Dahoam (Trad.: A casa)Brano folcloristico alpino

Con la parola “dahoam“ ognuno collega emozioni diverse. Per alcuni significa la sicurezza data dalla famiglia, altri pensano al proprio paese, a persone, luoghi e tradizioni che fanno scaturire un sentimento piacevole. Matthäus Crepaz ha cercato di incorporare tutte queste dolci sensazioni in questo pezzo, che può essere eseguito con diversi organici strumentali.

leggi di più
  • Anno di origine: 2013
  • Durata: 2:10 min
  • Difficoltà: 3
Quartetto di tromboni

Strumentazione

  • Trb 1/2/3/4

Erinnerungen (Trad.: Ricordi)Brano descrittivo

Un pezzo melancolico per quartetto di tromboni.

leggi di più
  • Anno di origine: 2011
  • Durata: 1:20 min
  • Difficoltà: 3
Quartetto di tromboni

Strumentazione

  • Trb 1/2/3/4

Im Advent (Trad.: Nell'Avvento)Brano folcloristico alpino

Un'aria breve e moderna che annuncia l'Avvento.

leggi di più
  • Anno di origine: 2011
  • Durata: 2:00 min
  • Difficoltà: 3
Quartetto di tromboni

Strumentazione

  • Trb 1/2/3/4

Vor der Krippe (Trad.: Davanti al presepe)Brano folcloristico alpino

Un'aria moderna che ci accompagna nel periodo natalizio.

leggi di più
  • Anno di origine: 2016
  • Durata: 12:00 min
  • Difficoltà: 4
Banda di fiati + Coro

Strumentazione

  • S/A/T/B (Optional)
  • Picc
  • Fl 1/2
  • Ob 1/2
  • Fg 1/2
  • Cl 1/2/3
  • Bcl
  • As 1/2
  • Ts
  • Bars
  • Trp 1/2/3//4
  • Hrn 1/2/3/4
  • Trb 1/2/3/4
  • Th
  • Bar
  • Tb 1/2
  • Timp
  • Perc 1/2/3

Harmonie (Trad.: Armonia)Brano concertistico

Motivo di questa composizione sono stati gli eventi drammatici avvenuti nel Mar Mediterraneo nel 2016, quando molti migranti persero la vita nel loro viaggio verso l'Italia. “Harmonie” è il tentativo musicale di unire culture diverse. Tra melodie popolari tirolesi e africane Matthäus Crepaz ha cercato strutture armoniche che fossero simili e le ha trovate nelle seguenti arie: “In die Berg bin i gern” (trad.: In montagna sto volentieri - tradizionale), “Tirol isch lei oans” (trad.: Il Tirolo è uno solo, musica di Vinzenz Goller, testo di Sebastian Rieger) e “Shosholoza” (musica e testo di Todd Matshikiza). Questi canti popolari rappresentano il terreno fertile della composizione. Le melodie non vengono semplicemente presentate come sono, ma vengono fuse e intrecciate tra loro.
Al compositore stava a cuore inserire in quest'opera un momento drammatico, elaborando musicalmente la tragedia dei profughi nel Mediterraneo.
Un omaggio alle persone che scappano dalla miseria nella speranza di un futuro migliore, intraprendendo un viaggio pericoloso e spesso fatale.
Il culmine finale è la stretta di mano simbolica tra due popoli, che per quanto siano diversi nella loro cultura, presentano anche caratteristiche in comune. Musicalmente questo atto avviene attraverso la sovrapposizione dei due canti “Tirol isch lei oans” e “Shosholoza”. “Harmonie”, perlomeno musicalmente, ne è il risultato.
Ad oggi questa è una delle composizioni più apprezzate di Matthäus Crepaz. Alla prima esecuzione con la Banda Musicale di Castelrotto e i cori dell'area attorno allo Sciliar (all'incirca 200 coristi) vi fu un' ovazione da parte dei 1.500 ascoltatori.

leggi di più
  • Anno di origine: 2018
  • Durata: 3:50 min
  • Difficoltà: 3
Banda di fiati

Strumentazione

  • Picc
  • Fl 1/2
  • Ob
  • Fg
  • Cl 1/2/3
  • Bcl
  • As 1/2
  • Ts
  • Bars
  • Trp 1/2/3
  • Flh 1/2
  • Hrn 1/2/3
  • Trb 1/2/3/4
  • Th
  • Bar
  • Tb 1/2
  • Perc 1/2/3/4

Hoader MarschMarcia

Questa marcia è stata commissionata dalla Banda Musicale di San Valentino alla Muta (BZ) per il loro 125esimo anniversario. La marcia è tradizionale dal punto di vista musicale ma contiene tuttavia passaggi originali e sonorità moderne.

leggi di più
  • Anno di origine: 2017
  • Durata: 5:00 min
  • Difficoltà: 4
Banda di fiati

Strumentazione

  • Picc
  • Fl 1/2
  • Ob 1/2
  • Fg
  • Cl 1/2/3
  • Bcl
  • As 1/2
  • Ts
  • Bars
  • Hrn 1/2/3/4
  • Trb 1/2/3/4
  • Th
  • Bar
  • Tuba 1/2
  • Perc 1/2/3/4/5

Hugo PolkaPolka

Matthäus Crepaz dedica questa simpatica Polka al suo amico Hugo Prossliner, un castelrottese DOC, dalla battuta e dallo strumento sempre pronti. Matthäus Crepaz lo ha conosciuto come un uomo dalla corazza apparentemente dura e dal cuore tenero ed ha cercato di rappresentare proprio queste caratteristiche nella Polka che inizia con un tripudio di suoni per diventare una melodia leggera dai simpatici passaggi. In seguito alla prima parte possiamo ascoltare un intermezzo melodico che anticipa la riproposta della parte iniziale. Il Trio inizia con motivi tipici per corno, ai quali segue un'avvolgente melodia. Un intermezzo deciso dà il via alla parte finale di questa Polka.

leggi di più
  • Anno di origine: 2016
  • Durata: 6:40 min
  • Difficoltà: 4
Orchestra

Strumentazione

  • 3(picc), 3(eh), 3 (bcl), 2 – 4, 4, 3, 1, Harp, pno, timp, perc(3), str

Imprescions d'autonn (Trad.: Impressioni autunnali)Valzer

Si tratta di un Walzer melodico e melancolico. È composto in sostanza da due melodie arricchite da costanti cambi di timbri e intermezzi.
Si potrebbe definire il Walzer quasi come una musica descrittiva. L'opera è stata eseguita per la prima volta nel “Kurhaus” di Merano dall'Orchestra Sonoton Gherdëina assieme ai Musikfreunde Meran proprio il giorno del 31esimo compleanno del compositore e sotto la direzione dello stesso.

leggi di più
  • Anno di origine: 2019
  • Durata: 7:20 min
  • Difficoltà: 4
Banda di fiati

Strumentazione

  • Picc
  • Fl 1/2
  • Ob
  • Fg
  • Cl 1/2/3
  • Bcl
  • As 1/2
  • Ts
  • Bars
  • Trp 1/2/3/4
  • Hrn 1/2/3/4
  • Trb 1/2/3/4
  • Th
  • Bar
  • Tb 1/2
  • Timp
  • Perc 1/2/3/4

L Jol (Trad.: Il Volo)Brano concertistico

“L Jol“ è un concerto commissionato dal Musikverein St. Ulrich che descrive un volo in parapendio. La musica segue un programma ben definito: Der Traum vom Fliegen; Erwachen; Der Aufstieg am Berg; Die Mühen des Aufstiegs; Am Gipfel; Das Warten auf den richtigen Wind; Anlauf; Schirmöffnung; Abflug; Schwerelosigkeit; Der Flug; Wieder Richtung Erde; Landung; Entspannung; Erhabenheit; Ausklang.
(Trad.: Il desiderio di volare, Risveglio, La salita sulla montagna, Lo sforzo della salita, In cima, Attendere il vento giusto, Rincorsa, Apertura della vela, Decollo, Assenza di gravità, Il volo, Direzione terra, Atterraggio, Riposo, Sublimità, Epilogo.)
Melodie ricorrenti, passaggi cromatici e intrecci ritmici costituiscono una sfida interessante per i musicisti, un'avventura per gli spettatori e i musicisti.

leggi di più
  • Anno di origine: 2013
  • Durata: 12:30 min
  • Difficoltà: 4
Orchestra + Coro

Strumentazione

  • S/A/T/B 3(picc/afl), 3(eh), 3(bcl), 3(kfg) – 4, 4, 4, 1, harp, timp, perc(5), str

L lën dla pesc (Trad.: L'albero della pace) (Testo: Ivan Senoner)Inno

La composizione “L lën dla pesc” si può definire come musica descrittiva. Nel suo testo Ivan Senoner descrive le condizioni della società e i desideri che hanno gli esseri umani.
Il messaggio principale è il seguente: ognuno di noi ha dentro di se un terreno fertile, nel quale, se curato, può crescere l'albero della pace. Matthäus Crepaz ha musicato il pezzo elaborando un motivo musicale principale e diversi motivi musicali secondari. A seconda del testo i motivi vengono arricchiti e sviluppati con effetti musicali e abbellimenti. Il testo è suddiviso in tre strofe e un refrain. L'ultima parte della composizione cresce adagio diventando verso la fine maestosa e rappresentando così l'albero maturo e rigoglioso.
La prima rappresentazione della composizione avvenne nell'agosto 2013. Cantarono e suonarono l'Orchestra Sonoton Gherdeina assieme a diversi cori della Val Gardena diretti dal compositore stesso.

leggi di più
  • Anno di origine: 2016
  • Durata: 5:40 min
  • Difficoltà: 4
Orchestra

Strumentazione

  • 3(picc), 3(eh), 3(bcl), 3(kfg) – 4, 4, 4, 1, pno, timp, perc(5), str

La Pasion (Trad.: La Passione)Tango

Una delle passioni di Matthäus Crepaz è il Tango. Ciò che lo affascina è la simbiosi tra il ballo e la musica, il paradosso tra il rigore e la sfrenatezza, la tensione tra ritmo e melodia. Questo è un Tango spagnolo dalle strutture ritmiche tipiche. L'essenza del Tango è chiaramente percepibile in questo brano e l'ascoltatore viene letteralmente risucchiato in questo mondo così passionale.

leggi di più
  • Anno di origine: 2013
  • Durata: 5:10 min
  • Difficoltà: 3
Banda di fiati

Strumentazione

  • Picc
  • Fl 1/2
  • Ob
  • Fg 1/2
  • Cl(mi)
  • Cl 1/2/3
  • Bcl
  • As 1/2
  • Ts
  • Bars
  • Trp 1/2/3
  • Flh 1/2
  • Hrn 1/2/3
  • Trb 1/2/3/4
  • Th
  • Bar
  • Tb 1/2
  • Timp
  • Perc 1/2/3

LegianuInno

“Legianu” è il nome antico di Luson (BZ) in Alto Adige. Per il 190esimo anniversario della Banda Musicale di Luson, non solo fu costruito un nuovo padiglione ma il comune commissionò anche una composizione.
Matthäus Crepaz si mise all'opera e compose un inno strumentale moderno, che consiste in due melodie eseguite in sequenza e che confluiscono una nell'altra nella parte finale. Una composizione sontuosa ed elegante.

leggi di più
  • Anno di origine: 2010
  • Durata: 9:40 min
  • Difficoltà: 4
Arpa + orchestra

Strumentazione

  • 3(picc), 3(eh), 3(bcl), 2 – 4, 4, 3, 1, harp(solo), timp, perc(2), str

MelancoliaFantasia

Questa Fantasia è un Solo per arpa e orchestra. Nella fase creativa il compositore si è fatto trasportare dal sentimento di malinconia e ha cercato di dargli forma con note, melodie, armonie e timbri.
L'opera si compone di molteplici motivi e melodie che si ripetono costantemente in forme leggermente variate. La musica continua a rompere gli schemi e ritrovare la calma in dinamica e suoni. È un dipinto di tonalità impressionistico che ci racconta la storia del sentimento melancolico.

leggi di più
  • Anno di origine: 2007
  • Durata: 1:10 min
  • Difficoltà: 3
Duetto

Strumentazione

  • Vl
  • Harp

PierrotBrano descrittivo

Questo breve duetto per violino e arpa è un omaggio al clown Pierrot. La musica descrive con una semplice melodia in tonalità Minore armonico il melanconico e commiserevole clown francese.

leggi di più
  • Anno di origine: 2010
  • Durata: 3:30 min
  • Difficoltà: 4
Banda di fiati

Strumentazione

  • Picc
  • Fl 1/2
  • Ob
  • Eh
  • Fg
  • Cl(mi)
  • Cl 1/2/3
  • Bcl
  • As 1/2
  • Ts
  • Bars
  • Trp 1/2/3
  • Hrn 1/2/3/4
  • Trb 1/2/3/4
  • Th
  • Bar
  • Tb 1/2
  • Timp
  • Perc 1/2/3

Quo Vadis?Marcia concertistica satirica

„Quo Vadis?“ „Dove vai?“ Il titolo è esplicativo.

leggi di più
  • Anno di origine: 2019
  • Durata: 5:00 min
  • Difficoltà: 4
Banda di fiati

Strumentazione

  • Picc
  • Fl 1/2
  • Ob
  • Fg
  • Cl(mi)
  • Cl 1/2/3
  • Bcl
  • As 1/2
  • Ts 1/2
  • Bars
  • Flh 1/2
  • Trp 1/2/3/4
  • Hrn 1/2/3/4
  • Trb 1/2/3/4
  • Th
  • Bar
  • Tb 1/2
  • Perc 1/2/3/4

Raikastu MarschMarcia concertistica

La marcia “Raikastu Marsch” è un'opera commissionata dalla Cassa Raiffeisen di Castelrotto – Ortisei per il suo 130esimo compleanno. Nel titolo le iniziali dei nomi “Raika”, “Kastelruth” (Castelrotto) e “St. Ulrich” (Ortisei) si fondono e diventano una parola inventata: “RAIKASTU”. Ripetendo più volte questo nome, gli si associa infine il nome della filiale della banca: “Cassa Raiffeisen Castelrotto-Ortisei”.
Come da tradizione la marcia è composta da tre parti. La prima parte è gioiosa e festosa; la seconda (ottoni) più patetica e drammatica. Il Trio inizia tranquillo con un'ascendente sequenza di melodie interrotte da un breve e allegro intermezzo. Il finale consiste in un maestoso grandioso.

leggi di più
  • Anno di origine: 2015
  • Durata: 4:30 min
  • Difficoltà: 4
Banda di fiati

Strumentazione

  • Picc
  • Fl 1/2
  • Ob
  • Fg
  • Cl 1/2/3
  • Bcl
  • As 1/2
  • Ts 1/2
  • Bars
  • Flh 1/2
  • Trp 1/2/3/4
  • Hrn 1/2/3/4
  • Trb 1/2/3/4
  • Th
  • Bar
  • Tb 1/2
  • Timp
  • Perc 1/2/3/4/5

L Fauz Rë (Trad.: Il re falso)Charleston

“L Fauz Rë” è un pezzo umoristico e satirico che ricorda lo stile del Charleston. È tratto dal Musical “Rundení de lijendes” (trad.: L'eco delle leggende) che il compositore scrisse nel 2015. L'opera inizia con una festosa Fanfare che introduce simbolicamente il re. Segue poi l'apertura al vivace Charleston. Suoni di tromba attutiti, passaggi dello xilofono come anche tipiche melodie da circo (esempio: “Einzug der Gladiatoren”) caratterizzano la prima parte che descrive la falsità del sovrano.
Nella seconda parte la superficiale disinvoltura del re viene rappresentata con il canto e una melodia gioiosa. La boria e l'irrefrenabile avidità di ricchezze e potere sono rappresentate musicalmente in maniera umoristica e opulenta. Un divertimento sia per il musicista che per l'ascoltatore.

leggi di più
  • Anno di origine: 2015
  • Durata: 45:00 min
  • Difficoltà: 2-3
Orchestra + Coro

Strumentazione

  • Alt(Solo)/S/A/T/B 3(picc), 2, 3(bcl),0 – 2, 2, 3, 1, euph, e.-b., pno, keyb, perc(5), vl, vc

Rundení de lijëndes (Trad.: L'eco delle leggende) (Testo: Roland Verra)Musical

“Rundení de lijëndes” è un Musical commissionato dalla Cultura Ladina (attualmente Direzione Istruzione, Formazione e Cultura Ladina). È stata una collaborazione tra le Scuole di Musica della Val Gardena, della Val Badia e la Scuola Media di Ortisei. La trama parla della leggenda del Regno dei Fanes, il poema epico per eccellenza dei ladini. Roland Verra scrisse poesie inerenti alla leggenda e da queste nacque il Musical. La parte musicale comprende nove composizioni sia strumentali che cantate (i testi sono in lingua ladina). Lo stile musicale è molto vario: principalmente si sentono elementi tipici della musica da film con anche qualche Fanfare e un Charleston.

leggi di più
  • Anno di origine: 2015
  • Durata: 7:00 min
  • Difficoltà: 4
Quintetto di ottoni

Strumentazione

  • Trp 1/2
  • Hrn
  • Trb
  • Tb

S'la cianton! (Trad.: Cantiamo insieme!)Potpourri

“S'la cianton!” è un omaggio a quattro canzoni della tradizione gardenese: Gherdëina, Gherdëina, Tan bel ch'l ie sa mont, La ferata e Ciantia da mont
(Trad.: Gardena, Gardena, Com'è bello in montagna, Il treno e Canzone dell'alpe).
Le quattro canzoni vengono eseguite nella maniera tradizionale e integrate o ricostruite con idee compositive originali. La composizione contiene inoltre una parte cantata.

leggi di più
  • Anno di origine: 2015
  • Durata: 4:30 min
  • Difficoltà: 4-1
Banda di fiati + Banda di fiati infantile

Strumentazione

  • Picc
  • Fl 1/2
  • Ob 1/2
  • Eh
  • Fg 1/2
  • Cl(mi)
  • Cl 1/2/3
  • Bcl
  • As 1/2
  • Ts 1/2
  • Bars
  • Trp 1/2/3/4
  • Hrn 1/2/3/4
  • Trb 1/2/3
  • Th
  • Bar
  • Tb 1/2
  • Timp
  • Perc 1/2/3/4/5
  • -+-
  • Fl 1/2
  • Ob
  • Cl 1/2/3
  • Bcl
  • As 1/2
  • Ts
  • Bars
  • Trp 1/2
  • Hrn 1/2
  • Trb 1/2
  • Th 1/2
  • Tb 1/2
  • Timp
  • Perc 1/2/3

SalerenBrano concertistico

“Saleren” è la denominazione storica del massiccio dello Sciliar. Quest'opera è stata commissionata dall'orchestra giovanile Jungschlern e dalla banca Cassa Raiffeisen Castelrotto-Ortisei.
L'opera è concepita per due orchestre di fiati: una di alto livello, l'altro di livello minore (orchestra di fiati giovanile). Per i musicisti la sfida consiste nel gioco d'insieme delle due orchestre.
“Saleren” inizia con un motivo imponente, eseguito dai corni. Sarà questo il Leitmotiv dell'intera opera che varierà continuamente timbriche. L'orchestra giovanile s'introdurrà dopo un po' con una melodia semplice che presenta la stessa struttura armoniosa del Leitmotiv. Ambedue le orchestre non suoneranno solo a turno ma anche allo stesso tempo, finché l'opera accrescerà in modo maestoso verso il finale.

leggi di più
  • Anno di origine: 2015
  • Durata: 1:00 min
  • Difficoltà: 4
Orchestra

Strumentazione

  • 3(picc), 3(eh), 4(bcl), 3(kfg) – 4, 4, 4, 1, harp, org, timp, perc(3), str

Musik und Seele (Trad.: Musica e anima)Idea per un concerto

“Musik und Seele” è un'idea per un concerto di Matthäus Crepaz. Contiene esclusivamente opere di compositori classici quali J. S. Bach, G. F. Händel, S. W. Rachmaninow e C. Franck, arrangiate da Leopold Stokowski. L'introduzione, gli intermezzi e il finale sono stati composti da Matthäus Crepaz e contengono un Leitmotiv che attraversa l'intero programma del concerto. Le melodie ovvero i motivi principali delle opere arrangiate da Stokowski vengono integrate nelle composizioni di Crepaz come citazioni e collegamenti.

leggi di più
  • Anno di origine: 2016
  • Durata: 5:00 min
  • Difficoltà: 4
Rockband + Quartetto di archi

Strumentazione

  • Rock Band
  • Vl 1/2
  • Vla
  • Vc

Blood SenseRock

“Blood Sense” è una canzone del gruppo Nolunta´s che diede al compositore l'incarico di integrare nella seconda parte un quartetto di archi.

leggi di più
  • Anno di origine: 2008
  • Durata: 3:50 min
  • Difficoltà: 4
Quintetto di ottoni

Strumentazione

  • Trp 1/2
  • Hrn
  • Trb
  • Tb

Swing Dain DingSwing

Questo Swing tranquillo unisce momenti spiritosi con sequenze disinvolte. A ogni strumento viene richiesta presenza non solo nelle ricorrenti parti solistiche.

leggi di più
  • Anno di origine: 2009
  • Durata: 3:30 min
  • Difficoltà: 4
Banda di fiati

Strumentazione

  • Picc
  • Fl 1/2
  • Ob 1/2
  • Fg 1/2
  • Cl(mi)
  • Cl 1/2/3
  • Bcl
  • As 1/2
  • Ts 1/2
  • Bars
  • Trp 1/2/3/4
  • Hrn 1/2/3/4
  • Trb 1/2/3/4
  • Th
  • Bar
  • Tb 1/2
  • Timp
  • Perc 1/2/3/4/5

The Word of Honor (Trad.: La parola d'onore)Marcia concertistica

Questa marcia concertistica è stata per Matthäus Crepaz la prima opera commissionata. La Banda Musicale di Ortisei in Val Gardena diede al giovane musicista l'opportunità di comporre. Matthäus Crepaz fece un giuramento a se stesso (da qui il titolo della composizione): se un giorno avesse composto una marcia, avrebbe messo in primo piano quegli strumenti che di solito suonano prevalentemente l'accompagnamento, esempio per eccellenza: il corno! Ne pagano le conseguenze i “poveri“ clarinetti, che eccetto pochi momenti, fanno da accompagnatori.
Una particolarità di questa marcia sono i continui cambi di tempo nella parte del Trio.
Matthäus Crepaz dice: “Ho scritto una marcia impossibile da marciare e che sembra essere troppo corta per l'esagerata pomposità; probabilmente proprio perché il valore della parola d'onore oggigiorno è andato perso.”

leggi di più
  • Anno di origine: 2017
  • Durata: 1:10 min
  • Difficoltà: 2
Duetto

Strumentazione

  • Flh 1/2
  • or
  • Th 1/2

Almruhe (Trad.: La calma sull'alpe)Brano folcloristico alpino

Quest'aria semplice e breve per due flicorni (oppure due corni tenori) descrive un'atmosfera palpabile solo in luoghi ad una determinata altitudine. È la “calma sull'alpe”.

leggi di più
  • Anno di origine: 2018
  • Durata: 1:50 min
  • Difficoltà: 4
Quintetto di ottoni

Strumentazione

  • Flh 1/2
  • Hrn or Th or Trb
  • Trb
  • Tb

Aufstieg (Trad.: Scalata)Brano folcloristico alpino moderno

Quest'aria moderna è costituita da un motivo che si fa via via più dinamico e vario: attraversa tutti gli strumenti e gli accompagnamenti mutano continuamente.

leggi di più
  • Anno di origine: 2018
  • Durata: 1:50 min
  • Difficoltà: 4
Quintetto di ottoni

Strumentazione

  • Flh 1/2
  • Hrn or Th or Trb
  • Trb
  • Tb

Donkbor (Trad.: Grato)Brano folcloristico alpino moderno

Quest'aria moderna consiste in una melodia che irradia cordialità grazie alle armonie perfettamente equilibrate. Attraverso l'alternanza delle tonalità e delle variazioni la musica rimane briosa fino al finale.

leggi di più
  • Anno di origine: 2017
  • Durata: 2:10 min
  • Difficoltà: 4
Quintetto di ottoni

Strumentazione

  • Flh 1/2
  • Hrn or Th or Trb
  • Trb
  • Tb

Es wor a schiane Zeit (Trad.: Erano bei tempi)Brano folcloristico alpino moderno

Nella vita ci sono sempre dei bei momenti che finiranno. Rivolgendo uno sguardo al passato si prova un sentimento dolce-amaro e si pensa: “erano bei tempi”. La composizione cerca di catturare proprio questa atmosfera.

leggi di più
  • Anno di origine: 2018
  • Durata: 1:40 min
  • Difficoltà: 4
Quintetto di ottoni

Strumentazione

  • Flh 1/2
  • Hrn or Th or Trb
  • Trb
  • Tb

Wenn dr Voter erzählt wia´s domols wor… (Trad.: Quando il padre racconta di com'era una volta)Brano folcloristico alpino moderno

Quando il proprio padre racconta dei tempi passati, non di rado echeggia anche una certa melanconia. Quest'aria moderna cerca di catturare musicalmente tale particolare momento.

leggi di più
  • Anno di origine: 2017
  • Durata: 2:50 min
  • Difficoltà: 4
Quintetto di ottoni

Strumentazione

  • Flh 1/2
  • Hrn or Th or Trb
  • Trb
  • Tb

Zeit zan nochdenken (Trad.: Tempo per riflettere)Brano folcloristico alpino moderno

La melodia semplice che si tinge di varie tonalità e accompagnamenti, dà all'ascoltatore il tempo e lo spazio per lasciar fluire liberi i propri pensieri.

leggi di più
  • Anno di origine: 2018
  • Durata: 2:40 min
  • Difficoltà: 4
Quintetto di ottoni

Strumentazione

  • Flh 1/2
  • Hrn or Th or Trb
  • Trb
  • Tb

Zeit zum Zeithobn (Trad.: Tempo per avere tempo)Brano folcloristico alpino moderno

L'intento del compositore era di contestualizzare la tematica “tempo” con gli strumenti tradizionali di una semplice aria. Per fare questo utilizza melodie portate, accordi aperti e variazioni di tempo.

leggi di più
  • Anno di origine: 2019
  • Durata: 17:20 min
  • Difficoltà:
Musica digitale

Strumentazione

Blue Love (Trad.: Amore blu)Musica meditativa/wellness

Lasciate che i vostri sensi vengano trasportati in un mondo di tranquillità e pace interiore. L'intonazione del La in „Blue Love“ è di 432 Hz. Questa frequenza leggermente più bassa è in armonia con la frequenza naturale della terra e perciò in particolar modo tranquillizzante. Inoltre aiuta a sincronizzare i due emisferi cerebrali, armonizza corpo, anima e DNA.
Questa produzione musicale è stata creata interamente con strumenti digitali. È musica per i sensi.

leggi di più

La Sua ricerca non ha prodotto risultati!

0:00
0:00